Come Togliere Macchie di Inchiostro

L’inchiostro, quante volte ci sarà capitato di macchiare con esso un oggetto a noi caro? Sicuramente a tutti, almeno a me è capitato tantissime volte; e tantissime volte ho dovuto rinunciare ad esso perchè è una macchia difficile da togliere; ma con il trucco che vi sto per postare, impareremo a combatterla.

Occorrente
Succo di limone
Alcool
Trielina
Sapone neutro
Etere
Benzina

Le macchie, se di inchiostro stilografico, vanno trattate subito: sui tessuti al rovescio tamponandole con succo di limone avendo cura di sistemarvi sotto una carta assorbente che va spostata appena si assorbe di inchiostro. Ci vuole parsimonia in questa operazione e cautela per non aggiungere danno al danno, nel senso di far ingiallire il tessuto indenne.

Tamponature di limone sono efficaci anche per pelle, cuoio e per velluto di cotone. Questo poi si strofina con vapore come per le macchie d’acqua mentre gli altri si lucidano con la cera adatta. Se la macchia è di biro su lana e seta, si usa acqua e trielina (si trova al supermercato), invece del limone.

Dalle dita si toglie invece con la testa bagnata di un fiammifero. L’inchiostro da timbri si smacchia con una miscela di etere e alcool o benzina; anche se è macchia di inchiostro di pennarelli con alcool; se di china si può tentare di schiarire, soltanto schiarire, la macchia con ammoniaca sul tessuto inumidito.

Tutti i tipi di macchie di inchiostro su tappeti o moquettes, si tolgono con le apposite schiume a secco. Ah un avvertenza, anche per questi tipi di macchie, come per quelle di fango e calcina i tessuti ancora macchiati non vanno messi in bucato se non si vuole che l’inchiostro si fissi definitivamente.