Come si Gioca al Go Esagonale

In questa guida ci sono le indicazioni che ti permetteranno di fare un gioco molto carino. Richiede la presenza di due giocatori e il suo scopo è quello di giocare su una rete di esagoni, per disporre di sei direzioni di connessione, invece che di quattro. Occorre un insieme di 127 caselle esagonali formanti un grande esagono.

Occorrente
Un reticolo esagonale
64 pedine nere
63 pedine bianche

Ha inizio l’azione del gioco. All’inizio il campo è vuoto. I neri giocano per primi. In seguito ciascun giocatore, a turno, è costretto a posare una pedina su un esagono vuoto, senza poter passare il turno. Una volta posate le pedine sugli esagoni (e non sulle intersezioni) i collegamenti avvengono attraverso i lati.

Una pedina viene dunque presa quando è circondata da sei pedine avversarie ecc… In qualsiasi momento un giocatore può passare il turno senza posare pedine. Una pedina isolata viene presa quando le 4 intersezioni che la circondano sono occupate dall’avversario. Un gruppo di pedine può essere preso se: è collegato, cioè se le pedine si susseguono una dopo l’altra; tutte le intersezioni contigue, legate al gruppo da un segmento, sono occupate dall’avversario. Le pedine prese rappresentano punti guadagnati dall’avversario. E’ vietato posare una pedina presa, a meno che non sia per effettuare subito una presa.

L’azione termina solo quando i giocatori hanno collocato tutte le loro pedine. Tale regola crea un gioco e una strategia imprevisti. Passata una certa fase, i giocatori sono costretti a collocare le proprie pedine negli “occhi” di loro appartenenza. Al termine della partita, ciascun giocatore conta le pedine prese e le caselle vinte.